Il dentista e il bambino : il primo appuntamento nella vita

 

 

L’approccio è completamente diverso da un paziente adulto.

Ci rivolgiamo a una creatura priva di esperienza positiva o

negativa e quindi dobbiamo creare una nuova esperienza, un

primo incipit che sia positivo quindi senza dolore.

Questo avviene quando un dentista istaura un rapporto

giocoso e amicale. Il primo incontro deve essere conoscitivo.

La fase conoscitiva:

Età: per i bimbi fino a 6 anni la collaborazione è legata ai

genitori fattori di dipendenza assoluta. Per quelli sopra i 6 anni

c’è più collaborazione in quanto inseriti in ambito scolastico

dove ci sono regole e disciplina.

La prima visita:

per il bimbo è il primo incontro con il

dentista ed è fondamentale che non sia traumatico se no l’impatto

negativo rimarrà negli anni a venire.

L’approccio del dentista verso il bimbo dovrà essere lento

e graduale in modo da determinare il grado di accettazione

per poter operare in tranquillità. Bisogna toccargli le manine,

carezzandogli il viso e poi i dentini.

Poi gli si fa toccare la siringa ad aria e si soffia o gratificare

il bimbo dicendogli che è grande e coraggioso dedicando

tempo e così acquisendo la sua fiducia.

 

Share This