impianto dentale

IMPIANTO DENTALE:

la paura del denteista e del’implantologia, quando bisogna mettere un’ impianto dentale

“Dottore mi manca un dente, mi hanno proposto l’implantologia ma io ho paura!”
Questa é una delle frasi più frequenti che possiamo sentirci dire, ma perché si ha paura?

– Perché i dentisti non sono ingrado di comunicare il trattamento, e quindi cos é l impianto dentale.
– perché se diciamo al paziente che dobbiamo mettergli una vite dentro l osso, a lui non verrà in mente una fine tecnica chirurgica, e la possibilità di tornare a masticare e sorridere, bensì ragionerà secondo la sua esperienza associativa, e  gli verrà in mente “di quando ha dovuto usare il trapano per appendere quel quadro..” E il rumore e la sensazione non sono piacevoli.

Sfatiamo quindi qualche mito, cercando di aiutare alla comprensione anche il paziente più  pauroso:

-Per mettere un impianto ci vuole molto tempo
-L’implantologia é dolorosa
-io sono allergico e potrei avere un rigetto

1. PER METTERE UN’ IMPIANTO CI VUOLE MOLTO TEMPO
Iniziamo con lo sfatare il primo mito, che per fare un impianto occorra prendersi tutta la giornata di lavoro. L’ inserimento della vite implantare é infatti un intervento molto veloce, anzi, a volte molto più rapido di dover trattare una carie di un dente del giudizio superiore.. Che si trova in una zona della bocca di difficile accesso. Oppure molto più veloce di una devitalizzazione di un molare con 3 4 o 5 canali!
Inserire un impianto non vuol dire altro che praticare una via di accesso dove prima vi era il vostro dente naturale, e inserirci qualcosa che possa sostituirsi ad esso: una radice artificiale e successivamente una corona, ovvero il dente che noi tutti vediamo normalmente in bocca.

Per un impianto singolo il tempo di lavoro é di circa 10 15 minuti!

2. L’IMPLANTOLOGIA È DOLOROSA

(per i più paurosi leggete l’articolo sulla paura del dentista!)

Mi capita spesso di vedere vecchie foto o dipinti di quando per dentista, si intendeva il barbiere. Con la classica scena di estrazione dentale con l ausilio di pinze enormi e con il paziente che grida… Ma apparte qualche trisavolo che possa avere ancora nella memoria queste scene… O magari qualche paziente che si é imbattuto in un abusivo della professione, e che quindi ha sentito dolore. Ormai queste sono scene e retaggi del passato.. Per un semplice notivo: vi svelerò il segreto di pulcinella…… L’ anestesia!!!!  È si, ormai esiste da anni, e si é anche evoluta, producendo molecole di grande efficacia… Ma cosa si sente su di una zona anestetizzata? Per dare un immagine evocativa comune a tutti… Avete presente di quella volta che vi siete addormentati sul vostro braccio.? O di quella volta. Che vi si era addomentata la gamba?…. Quindi quella sensazione di torpore… Di estraneità della vostra parte del corpo.. Che anche se provavavate a pizzicare, non riuscivate a sentirla… Ecco moltiplicate quella sensazione per 4. Quella é l anestesia!! Pensate che in anestesia locale ( epidurale) avvengono le operazioni di sostituzione di testa del’ omero ( l’ osso che collega la gamba  all anca) e non si sente nulla, figuriamoci un taglietto e la creazione di un forellino Nell’ osso!… Oltretutto é molto più probabile avvertire qualcosa durante una terapia canalare… ( perché la tecnica anestetica tronculare é più operatore dipendente) che per l inserimento di un impianto dentale, perché le strutture sulle quali si agisce sono estremamente semplici da anestetizzare!
Quindi no… Non sentirete nulla durante l’ inserimento di questa radice artificiale.

3. IO SONO UNA PERSONA ALLERGICA E POTREI AVERE UN RIGETTO

Spesso sento questo frase, l’ allergia puó essere un qualcosa di molto grave con una reazione molto potente. Tuttavia é alquanto improbabile… Per non dire impossibile che possiate essere allergici al titanio!. Non ci sono revisioni di studi, pubblicati su riviste scientifiche (serie) che ne attestino la rilevanza statistica. Inoltre Essere allergici a tutto, vuol dire essere allergici a nulla, e probabilmente il vostro disturbo di allergia onnicomprensiva, dovrebbe essere indagato più a fondo, su altre sfere di interesse medico. ma parliamo un po’ del titanio, ossia il materiale di cui sono fatti gli impianti dentali.

Il titanio é un metallo estremamente reattivo a contatta con l’ ossigeno. Difatti ciò che viene a contatto con il nostro corpo non é il titanio puro, bensì la sua forma ossidata…. Estremamente stabile ed inerte!… Oltretutto vi svelo un segreto…. (e siamo già al secondo che vi svelo, ma questo non lo dite a nessuno..) voi state già assumento titanio… E lo state facendo molto probailmente tutti i giorni! e per via orale!  È si, girate la scatola di una merendina.. O di un dentifricio, leggerete la dicitura biossido di titanio!  O più semplicemente il suo numero identificativo E171, viene usato come additivo alimentare,  utilizzato nella produzione di caramelle, salse, prodotti a base di pesce e formaggio, prodotti industriali.. Quindi se esistesse “l allergia al titanio,” sareste finiti già in ospedale da molto tempo. Ma fortunatamente non é così… E state leggendo questo articolo 😉  la differenza con il titanio che ingeriamo tutti i giorni e quello di un impianto dentale é che quello del impianto non va nemmeno in circolo, ma rimane lì dove si trova. Non dando fastidio a nessuno, anzi, aiutandovi nella masticazione di quel panino che forse prima non potevate nemmeno permettervi di addentare. ;)Abbiamo fatto un po’ di chiarezza, tranquillizzando su questa chirurgia ormai rutinaria, e soprattutto sfatando qualche vecchio e obsoleto mito.
La verità é che l implantologia é un arma molto potente e sicura che prima non avevamo. Attraverso la quale possiamo tornare a sorridere nuovamente!
Dott Lorenzo Bava Fraja
Share This