Implantologia

Implantologia

L’implantologia si occupa di ristabilire la funzione e  l’estetica della bocca riposizionando denti in ceramica, all’interno del cavo orale, senza la necessità di limare denti sani adiacenti (come si rende invece necessario per la creazione di ponti su denti naturali).

Ma cos’è l’impianto?  L’impianto è formato da:

– una vite di titanio, che rappresenta la radice del nostro dente, e che quindi entra dentro l’osso osteointegrandosi con esso
– un moncone, ovvero un perno passante, che serve come collegamento tra l’impianto inserito e il nostro dente artificiale
– una corona, ossia il dente cementato o avvitato al moncone

Abbiamo due tipi di implantologia: a carico immediato e postestrattiva. Analizziamo alcuni casi

IMPLANTOLOGIA A CARICO IMMEDIATO:

Caso 1
Paziente donna 72 anni affetta da ipertensione e diabete mellito. L’edentulia parziale e la parodontite con mobilità degli elementi residui (foto in alto a dx e alto a sx) in arcata mi ha fatto optare per questo tipo di riabilitazione.
L’intervento è stato eseguito estraendo gli elementi dentari presenti in arcata, inserendo nello stesso contesto gli impianti e rilevando le impronte necessarie alla costruzione della protesi fissa (durata totale 50 minuti). Dopo 48h si è provveduto al montaggio della protesi FISSA. Come si può notare non sono presenti tumefazioni in quanto l’intervento viene eseguito senza incisioni e punti di sutura.

Caso 2
Paziente di anni 64 uomo affetto da ipertensione arteriosa giunge all’osservazione con radici residue è un evidente stato di malessere psichico. La sua situazione causata da un lavoro protesico fisso erroneamente costruito, lo orienta a richiedere una riabilitazione fissa su impianti. Valutato il caso si procede all’intervento e a 48h si può eseguire il posizionamento della protesi fissa che permette al paziente di tornare a casa dopo soli due giorni sorridendo.

IMPLANTOLOGIA POSTESTRATTIVA:

Caso 1
Paziente donna 42 anni in seguito alla frattura del primo premolare di sinistra. Estratta la radice si è provveduto a inserire l’impianto nello stesso alveolo. Dopo 4 mesi è stato posizionato un provvisorio (immagine in basso a sx) e dopo 15 giorni l’elemento dentario definitivo (immagine in basso a dx)

Caso 2
Paziente donna 50 anni in seguito alla frattura del 2.5. Estratta la radice si è provveduto a inserire l’impianto nello stesso alveolo, posizionata una vite di guarigione in teflon si è atteso 5 mesi per poi passare al carico dell’elemento su impianto e all’esecuzione di una capsula su 2.6

I NOSTRI CLIENTI

Cosa dicono i nostri clienti dopo il trattamento effettuato:

Prenota il tuo appuntamento!

Changing Lives One Smile At A Time!





Share This